Le 5 auto più convenienti da acquistare con l’Ecobonus

ecobonus-auto-2020

Gli incentivi auto 2020 sono stati confermati dal Ministero dello Sviluppo Economico che, nel corso dell’anno, metterà a disposizione 70 milioni di euro (contro i 60 milioni del 2019) per incentivare l’acquisto di veicoli ecologici a basse emissioni inquinanti. Il Dl Rilancio ha poi previsto un rifinanziamento del bonus già in vigore, stanziando 100 milioni di euro in più rispetto ai 9 milioni già stanziati per l’acquisto di auto elettriche e ibride plug-in per il 2020. Non cambiano quindi le condizioni, così come lo sconto che si può ottenere, ma vengono aumentate le risorse complessive a disposizione per gli incentivi auto.

L’Ecobonus è dunque a tutti gli effetti è un incentivo per sostituire la propria auto inquinante con una più ecologica, ibrida plug-in o elettrica. Le auto che possono godere dell’ecobonus infatti hanno emissioni inferiori a 70 g di CO2 al km, e devono avere un prezzo di listino inferiore a 61 mila euro. In termini di sconto, lo schema è il seguente: se si rottama un’auto Euro 0, 1, 2 o 3 si ha diritto ad un bonus di 6.000 euro per le auto che emettono meno di 20 g di CO2 al km, ovvero le elettriche, e di 2.500 per le auto con emissioni sotto i 70 g, ovvero le ibride plug-in. Se non si ha da rottamare un’auto così vecchia, invece, gli incentivi scendono rispettivamente a 4.000 euro per le elettriche e a 1.500 euro per le ibride.

Come detto, l’intento del Governo è quello di favorire la circolazione di vetture in grado di emettere valori di CO2 più bassi, ma quali sono le migliori auto auto adatte a ricevere l’Ecobonus tra le ibride plug-in e le elettriche pure presenti sul mercato? Il Portale automobile.it ha pensato di presentare le top 5 con il miglior rapporto qualità-prezzo. Vediamole una per una

BMW 225XE Active tourner
Al primo posto un’auto un po’ fuori dai radar, la BMW 225xe Active Tourer. Questa è infatti la versione ibrida del monovolume BMW. La Serie 2 Active Tourer è stata la prima BMW a trazione anteriore, soluzione adottata poi anche dalla nuova Serie 1. La Serie 2, nonostante un’estetica poco da BMW, regala una guida davvero divertente e piacevole, aiutata dalla parentela con MINI, con la quale condivide la piattaforma. Il powertrain ibrido poi è lo stesso di BMW X1 e X2 25e, capace quindi di 224 CV combinati, uno 0-100 km/h inferiore a 7 secondi e di circa 40-50 km di autonomia in full electric. Poco meno di 36.000 €.

Mini Cooper SE
Per il secondo posto invece passiamo a quelle che possono essere definite “elettriche vere” rimanendo in Casa BMW con la nuova MINI Cooper SE, la prima MINI Elettrica. Questa MINI a batterie condivide esterni e interni con le MINI termiche: rimangono quindi invariati il gusto inglese e l’ottima qualità costruttiva. Sotto queste forme poi si nasconde il powertrain della BMW i3s, l’originale elettrica di Monaco. Questo significa 184 CV e una batteria da circa 33 kWh, buona per circa 200 km reali di autonomia full electric. Su strada si comporta poi come una vera MINI, divertente e piantata per terra, e grazie ad uno 0-100 in poco più di 7 secondi non sfigura di fronte alla Cooper S termica. Da 27.900 €.

Smart Fortwo eq 
Rimanendo sulle auto più pccole, si aggiudica il terzo posto della top 5 la SMART FORTWO EQ. Non è la prima Smart Elettrica, ma ora è l’unica smart disponibile. Niente più motori termici, con il restyling di quest’anno sia la Fortwo che la ForFour sono disponibili solo con un motore elettrico da 82 CV e una batteria da 17,6 kWh che garantisce un’autonomia omologata di 159 km in versione coupè e 145 in versione cabrio. Non moltissimi, certo, ma se pensiamo all’utilizzo tipo di una smart in città sono più che sufficienti. Per il resto, rimane la smart che tutti conosciamo: agilissima, si parcheggia con facilità impareggiabile e ora è ancora più briosa ai semafori. Sotto i 20.000 €.

Volkswagen eUP 
Al quarto posto vediamo, proveniente dalla Germania, l’auto elettrica più economica sul mercato, Volkswagen eUp. La piccola tedesca, insieme alle “sorelle” SEAT Mii electric e Skoda Citigo-e offre in un piccolo involucro la tecnologia ripresa dalla “sorellona” eGolf. Questo significa un motore da 82 CV e una batteria da poco più di 32 kWh. Per un’autonomia reale di oltre 200 km. Grazie alle dimensioni compatte e ai 212 Nm di coppia poi eUp è scattante nel traffico e molto agile, perfetta per essere usata come auto cittadina esente da blocchi del traffico o altre difficoltà. Si presenta inoltre molto ben accessoriata e spaziosa nonostante le minuscole dimensioni esterne: la perfetta elettrica da città. Poco più di 17.000 €.

Hyundai Kona electric
La classifica si chiude con un’auto elettrica che non ha paura dei viaggi: la Hyundai Kona Electric. Il crossover coreano è infatti disponibile con una batteria da 39 kWh o con una mega-batteria da ben 64 kWh, che permette al motore da 204 CV di portare la Kona a quasi 450 km dal vostro luogo di partenza. Ed è perfino dotata di ricarica rapida, il che è sempre interessante. La potenza del motore è in grado di spingere molto bene il crossover coreano, che conferma le doti di guida, di spazio e la qualità del modello termico. Da 32.300 €.

Le 5 auto più convenienti da acquistare con l’Ecobonusultima modifica: 2020-05-27T15:35:07+02:00da justgreenworld

Un pensiero su “Le 5 auto più convenienti da acquistare con l’Ecobonus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *