Quench sea, il dispositivo per trasformare l’acqua del mare in acqua potabile a 90 euro

Quench-Sea-dissalatore

Abbiamo spesso parlato della possibilità di trasformare l’acqua del mare  in acqua potabile ed ecco che oggi quella idea diventa realtà, grazie all’azienda britannica Hydro Wind Energy che lancia sul mercato un prodotto portatile innovativo e rivoluzionario: il Quench sea, un dispositivo di dissalazione portatile low cost.

L’obiettivo di tali iniziative è quello di prevenire pericolose crisi idriche a livello mondiale visto che dati recenti delle Nazioni Unite affermano che circa quattro miliardi di persone (più della metà della popolazione mondiale) vivono in condizioni di grave scarsità fisica di acqua per almeno un mese all’anno, che 1,6 miliardi di persone, invece, non dispongono delle necessarie infrastrutture di accesso all’acqua e che il 52% della popolazione mondiale che entro il 2050 vivrà in regioni soggette a stress idrico. Dati allarmanti che devono farci riflettere sull’importanza del risparmio dell’acqua. Ma non solo, vista la sua semplicità di utilizzo e il costo contenuto, il dissalatore Quench sea si candida ad essere utilizzata su larga scala, basti pensare a marinai, viaggiatori e campeggiatori.

In questo ci viene in soccorso quindi il dissalatore Quench sea, che è realtà ed è pre ordinabile sulla piattaforma di crowdfunding Indiegogo al prezzo scontato di 80 sterline, circa 80 euro. Se poi si desidera donare un apparecchio in beneficenza il costo è di sole 25 sterline (circa 28 euro). Per le spedizioni bisognerà invece attendere febbraio 2021.

Ma come funziona Quench sea? Il dissalatore portatile è composto un sistema idraulico con economiche membrane a osmosi inversa, della durata di 500 litri, per dissalare l’acqua e da un filtro a carbone attivo, della durata dai tre ai cinque anni, per la microfiltrazione di particelle quali solidi, batteri, virus, parassiti e microplastiche. Altra caratteristica importante è che è privo di batterie e il suo funzionamento avviene in modalità meccanica attraversa una leva estraibile. Per ottenere due litri di acqua fresca potabile basta una sola ora.

Siamo certi che tanto lavoro resta ancora da fare ma siamo altrettanto sicuri di trovarci al cospetto di una nuova era che può garantire acqua potabile a miliardi di persone.

 

Quench sea, il dispositivo per trasformare l’acqua del mare in acqua potabile a 90 euroultima modifica: 2020-07-10T11:47:17+02:00da justgreenworld

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *