Come costruire ovitrappola per zanzare?

zanzariera-bottiglia.jpgCon l’avvicinarsi della bella stagione, si ripropone il problema della “lotta alle zanzare”, per questo motivo oggi vi illustreremo come realizzare delle ovitrappole per zanzare a costo zero.

Il periodo migliore per posizionare l’ovitrappola per zanzare è con l’arrivo della primavera, con una temperatura intorno ai 15°. Ricordate però che le trappole non sostituiscono la normale prassi di disinfestazione ma rappresentano un supporto.
 
Oggetti necessari per la realizzazione di una ovitrappola:
200 ml di acqua,
50 grammi di zucchero di canna,
1 grammo di lievito
1 bottiglia di plastica da 2 litri di colore scuro

Procedura:
Tagliate la bottiglia di plastica a metà e tenete da parte la sezione del collo della bottiglia buttando via il tappo (ricordatevi di riciclarlo correttamente) e chiudere l’estremità con del tulle (i veli dei confetti).

Mescolate lo zucchero di canna con acqua calda e lasciate raffreddare. Successivamente versate il liquido nella metà inferiore della bottiglia ed aggiungete il lievito senza mescolare per creare anidride carbonica.

A questo punto inserite il collo della bottiglia capovolta nella metà della bottiglia facendo in modo che l’estremità sia vicina al fondo della bottiglia ma senza toccarlo. Fissate il tutto con del nastro adesivo. Accertatevi che la tulle sia sempre immersa nell’acqua mantenendo la presenza di aria tra bottiglia e collo.

Posizionate le ovitrappole in giardino scegliendo i punti all’ombra, tra la vegetazione, ad un’altezza di max 1 metro evitando i punti con scorrimento dell’acqua. Ben presto noterete che le zanzare deporranno le loro uova nella trappola, che passando attraverso il tulle si scenderanno sul fondo restando intrappolate.

Quando il recipiente sarà pieno, svuotatelo esclusivamente in terra per far morire le larve e non svuotatelo mai nei tombini

Potrebbero interessarti anche

Come costruire ovitrappola per zanzare?ultima modifica: 2013-04-08T15:27:00+00:00da justgreenworld

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*