Bat box per pipistrelli funziona contro le zanzare. Costi e come costruirla

ambiente, green economy, sologreen, green, zanzare, bat box, pipistrelli, bat box pipistrelli, anti zanzare naturale, costruzione bax box, guideLa bat box è un rifugio artificiale per pipistrelli, che possono occupate durante tutto l’anno ed offrono loro riparo dalle intemperie, un riposo quando non sono a caccia oltre che per riprodursi.

Le bat box, inizialmente utilizzate a scopi scientifici si sono via via diffuse fino alla decisione di alcuni Comuni italiani (Gorizia, Firenze e Milano) di distribuirle nei centri cittadini per combattere la diffusione delle zanzare e risparmiare sui costi della disinfestazione. Ad esempio la zanzara tigre presenta il momento di massimo volo al tramonto, proprio in coincidenza con la maggiore attività dei pipistrelli.

Un pipistrello è infatti in grado di mangiare dai 1.500 ai 2.000 insetti in una notte, ecco quindi l’idea di puntare ad una soluzione green e che al tempo stesso salvaguarda anche gli stessi pipistrelli il cui numero è in forte calo. 

L‘installazione di una bat box può avvenire, oltre che nei giardini e nei parchi anche sulle case ma questo non sempre basta a convincere i pipistrelli a utilizzarla come abitazione. Se la location scelta per installare una bat box è densa di zanzare è però molto più facile e naturale raggiungere l’obiettivo.

Il periodo migliore per l’installazione delle bat box è prevalentemente il mese di marzo, in coincidenza con il risveglio dal letargo invernale dei pipistrelli alla ricerca di un posto sicuro da colonizzare. A tal proposito è molto importante è collocarla il prima possibile, in modo tale che la bat box perda il suo odore di nuovo ed i pipistrelli la percepiscano come sicura. 

In commercio esistono delle bat box pronte ad essere installate, i cui prezzi mediamente variano dai 20 ai 30 euro. Ma se avete spirito di inizativa e vi piace il fai da te, con poca spesa e in breve tempo è possibile costruire una bat box.

Come costruire una bat box?

Per prima cosa procuratevi delle tavole di abete delle seguenti misure:
– 60 cm per il retro
– 30 cm e 10 cm per il frontale
– 41×5 cm per i laterali 
– 22×7 cm per il tetto

Assemblate le tavole iniziando dai laterali e poi aggiungete il frontale facciata che è composta da due pezzi. Fissate l’asse da 10 cm lasciando 1 cm di spazio l’uno dall’altro per garantire la giusta areazione all’interno della cassetta.

Siccome lo spessore delle tavole utilizzate può essere diverso bisogna verificare un parametro fondamentale, lo spazio interno della bat box che deve essere di circa 2,5 cm.

Legivate solo esternamente la bat box, è importnate che al suo interno le tavole siano grezze. Questo per favorire l’aggrapparsi e l’atterraggio dei pipistrelli.

Alla fine dell’assemblaggio della bat box sempre solo per la parte esterna effettuate un trattamento con impregnante all’acqua atossico e lasciate asciugare bene. 

Individuate l’ideale collocazione della bat box, il consiglio è di scegliere un muro o un albero ad una altezza di 4 metri dal suolo assicurandovi che la location offra al pipistrello un facile involo e un facile atterraggio. 

Adesso non vi resta che attendere fiduciosi l’arrivo dei vostri nuovi amici pipistrelli


Leggi anche

Bat box per pipistrelli funziona contro le zanzare. Costi e come costruirlaultima modifica: 2012-07-05T12:25:00+00:00da justgreenworld

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*