Climatizzatori, come sceglierli e come utilizzarli

ambiente,green economy,green,sologreen,condizionatore,aria condizionata,scelta condizionatore d'aria,risparmio energetico,inquinamento acustico,notizieCon l’avvicinarsi dell’estate tornano di moda i condizionatori, da sempre un grosso fardello per i consumi elettrici ma al tempo stesso irrinunciabili per chi è in cerca di un po’ di refrigerio.

Vediamo allora quali sono gli accorgimenti necessari per un corretto utilizzo dei climatizzatori che conducono a  risparmiare sulla bolletta elettrica limitando l’inquinamento ambientale. In tal senso è importante iniziare dalla scelta del condizionatore, in fase di acquisto è necessario rivolgere la nostra attenzione verso quei modelli a risparmio energetico, di classe A o Classe AA, a cui è possibile applicare anche le detrazioni fiscali. Il primo consiglio è quello di prediligere, se possibile quelli fissi. I climatizzaotri portatili sono poco pratici e data la loro necessità di avere un collegamento all’esterno tramite una finestra fanno aumentare i consumi.

I climatizzatori di ultima generazione sono dotati di tecnologia inverter, adatti per gli uffici, in grado cioè di limitare gli sprechi grazie alla modulazione della potenza erogata in modo proporzionale alle reali esigenze del luogo in cui è installato. In questo modo è possibile risparmiare fino al 60% di energia elettrica. Molto utile può risultare la scelta del climatizzatore con pompa di calore, che permette il suo utilizzo anche d’inverno come riscaldamento. Altro elemento importante è la sua rumorosità, per non arrecare disturbo ai vostri vicini e per limitare l’inquinamento acustico il limite massimo è di 26 Db.

Per l’installazione del climatizzatore è necessario scegliere zone non calde, facilitare la sua ventilazione non ostruendolo mentre il termostato va possizionato lontano da qualsiasi fonte di calore. Molto importante poi è la manutenzione, è infatti necessario sostituire ogni anno i filtri per evitare di contrarre malattie respiratorie e controllare la serpentina di evaporazione.

Quando il climatizzatore è in funzione, è importante impostare una temperatura non eccessivamente bassa. La corretta temperatura non deve superare i cinque gradi al di sotto di quella esterna, quindi per una temperatura esterna di 30° all’interno non dovremmo scendere al di sotto dei 25°. Il sollievo dalla calura giunge infatti dalla capacità del condizionatori di eliminare l’umidità dall’aria e non dalla capacità di refrigerare l’ambiente.

Altra abitutine non corretta è quella di lasciare accceso il climatizzatore anche di notte, in questo modo oltre ad arrecare un danno alla propria salute si registrano inutili sprechi energetici.
 
Per chi non ama l’aria condizionata un vecchio rimedio: facilitare la circolazione dell’aria attraverso le correnti d’aria. E’ semplice e non costa nulla, ma anche qui’ non esagerate o vi raffredderete  😉

Potrebbe interessarti anche

Climatizzatori, come sceglierli e come utilizzarliultima modifica: 2011-06-14T12:05:00+00:00da justgreenworld

3 pensieri su “Climatizzatori, come sceglierli e come utilizzarli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*