Riciclare energia elettrica con le nuove celle fotovoltaiche

riciclo-energia-elettrica

Riciclare energia elettrica sembra utopia ed invece un recente studio dimostra che è possibile grazie alle nuove celle fotovoltaiche nate per l’uso indoor attraverso le quali potremo riciclare la luce artificiale con cui illuminiamo le nostre case per alimentare sensori e piccoli dispositivi domestici.

Queste nuove celle si basano sulle celle di Grätzel, solar cell, dove l’elettricità è prodotta dall’azione della luce su diversi tipi di sostanze coloranti, questa tecnologia è in grado di produrre una maggiore quantità di energia ma al tempo stesso al momento presenta come limite quello di una minore efficienza rispetto alle tradizionali celle solari in silicio. Ma se utilizzati all’interno questi pannelli sono in grado di catturare la luce prodotta da fonti artificiali, esempio le lampadine, e l’intensità della luce si concentra principalmente nello spettro visibile.

Altro aspetto importante delle celle Grätzel è dato dal suo basso costo e dall’elevata efficenza rispetto ad altri pannelli, e una volta posizionate all’interno le celle arrivano a una efficienza del 29% superando addirittura le più avanzate celle all’arseniuro di gallio che si fermano al 20%.

E’ stato verificato che con un pannello di un paio di centimetri quadrati è possibile alimentare un sensore, con un pannello grande quanto uno smartphone si alimentano i vari apparecchi che siamo soliti utilizzare tutti i giorni nelle nostre case, semplicemente riciclando la luce artificiale della nostra casa. Non è molto ma si tratta di una tecnologia ancora in fase sperimentale che lascia ben sperare per il futuro.

LEGGI ANCHE

 

 

 

 

Riciclare energia elettrica con le nuove celle fotovoltaicheultima modifica: 2017-06-05T16:00:49+00:00da justgreenworld

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *